"La vita è come andare in bicicletta, se vuoi stare in equilibrio devi muoverti" (A.Einstein)

FisioSinergia

Via Taddei 7/1 42020 PUIANELLO di Quattro Castella (Reggio Emilia)
Studio: 347 9162872
Palestra: 328 4439622
studiofisiosinergia@libero.it

LUNEDI 16 SETTEMBRE SI RIPARTE CON I CORSI:

ISCRIZIONI  AI CORSI CON DIRITTO DI PRELAZIONE:

MARTEDI 10 SETTEMBRE

MERCOLEDI 11 SETTEMBRE

DALLE 18.30 ALLE 20.00

 

OPEN DAY SABATO 14 SETTEMBRE

CYRIAX

05.12.2013 14:33

MASSAGGIO TRASVERSO PROFONDO O CYRIAX

Con una particolare tecnica manuale si agisce su una struttura anatomica, ben localizzata e limitata, affetta da un fenomeno infiammatorio post-traumatico o con aderenze.
Questo massaggio consente di:
1. Mantenere la mobilità dei tessuti traumatizzati salvaguardando il movimento fisiologico, inibendo la formazione di tessuto cicatriziale ed evitando la formazione di cross-links tra le varie fibrille. Le fibrille di collagene che si formano durante il periodo del trattamento si sviluppano in modo corretto e più aderente alle necessità funzionali dell'organismo, prevenendo eventuali recidive.
2. Produrre iperemia locale per diminuire il dolore e regolare il flusso di substrati e metaboliti.
3. Orientare le fibre di collagene nel modo più idoneo per resistere agli stress di natura meccanica.
4. Stimolare i meccano recettori per inibire i messaggi afferenti nocicettivi (teoria del Gate Control).
Con questa tecnica si riesce ad evitare che, nel tessuto fibroso leso, possa generarsi una infiammazione che si auto-perpetua. Quindi lo scopo di questa tecnica è di aiutare la formazione di una cicatrizzazione forte, ma anche funzionale.
Individuato il punto da trattare, si esegue il massaggio che va praticato con la punta di un dito, solitamente il dito indice rinforzato dal medio, effettuando un movimento di va e vieni che deve avvenire sempre in senso trasversale all'orientamento delle fibre della struttura anatomica lesa, senza provocare frizioni sulla cute. Indicazioni:
o Nei traumi muscolari di vecchia data, dove si è già formata una cicatrice fibrosa, è necessario imprimere una frizione piuttosto energica e prolungata con lo scopo di rompere le briglie aderenziali.
o Nelle infiammazioni peritendinee come le tenosinoviti, dove lo stato infiammatorio provoca un'alterazione del normale scorrimento del tendine nella sua guaina, il MTP permette di nuovo lo scorrimento. Nelle tendinopatie i traumi ripetuti possono formare tessuto fibroso cicatriziale all’interno della struttura tendinea o nelle giunzione tendino-periostali, da cui origina uno stato infiammatorio cronico. Con il MTP si va ad agire efficacemente sul tessuto cicatriziale.
o Nelle lesioni articolari, l'MTP agisce sulle aderenze che si sono formate in seguito a stravasi ematici. È controindicato nei processi infiammatori acuti dei tessuti molli, nei traumi recenti dove il massaggio può aggravare lo stravaso ematico, nell’artrite reumatoide, nelle collagenopatie, nei pazienti emofilici e con turbe della coagulazione, nelle dermatosi.